Apertura stagione di pesca al fiume 2021 in Trentino

Apertura stagione di pesca al fiume 2021 in Trentino

Cari amici di pescafiume,

questa settimana andiamo a vedere una delle regioni italiane meglio organizzate per la pesca al fiume…il Trentino Alto Adige.

E’ un piacere dedicare un articolo a questa fantastica regione dal punto di vista del pescatore (e non solo), data la ricchezza della fauna ittica, la purezza delle acque, la bellezza e varietà del contesto ambientale. Il Trentino, con i suoi oltre 2000 km di corsi d’acqua offre numerosi spot di pesca, in ambienti diversi tra loro, e tante spettacolari riserve.

Sono oltre 350 le zone di pesca disponibili sul territorio trentino gestite da 33 Associazioni Pescatori, e tutte (proprio tutte) hanno una gestione ottimale dei fiumi e della fauna ittica.

Il Trentino, in questo anno in cui tanti pescatori sono costretti a veder rimandata di settimana in settimana la riapertura, rappresenta uno dei territori in cui la stagione 2021 di pesca al fiume si è regolarmente aperta ed ha già dato ai residenti la possibilità di dilettarsi ad insidiare le prime trote dell’anno….beati voi amici del Trentino!

LA SITUAZIONE ATTUALE

Attualmente da lunedì 15 marzo, almeno fino al 6 aprile 2021 il Trentino è in ZONA ROSSA, ed è stato previsto (salvo diversa ordinanza provinciale) che: “Le attività di caccia e pesca, compatibilmente con quanto previsto dalla disciplina di settore anche in materia di apertura, sono consentite ai soli soggetti residenti e domiciliati nell’ambito del territorio comunale interessato, ancorché esclusivamente in forma individuale, ……è vietato, per svolgere tali attività, ogni spostamento in entrata ed in uscita dal medesimo comune soggetto a restrizioni…….”.

Pertanto sono vietati gli spostamenti in entrata e uscita dalla Provincia Autonoma di Trento. La pesca sportiva è consentita solo nel proprio comune di residenza, a piedi o in bicicletta e l’uscita deve essere accompagnata da autocertificazione.

Quindi tutti i non residenti a ridosso dei fiumi della regione, noi compresi, dovremmo ancora attendere almeno qualche settimana prima che ci sia permesso di poterci divertire in queste acque insieme ai pescatori trentini.

Per completezza di seguito riportiamo quanto prevede l’Ordinanza del Presidente Provincia Autonoma di Trento n. 66 di data 5 marzo 2021 – Ulteriore ordinanza in tema di COVID-19 a seguito dell’emanazione del Dpcm 2 marzo 2021. 

Clicca qui per leggere/scaricare l’Ordinanza provinciale n. 66 del 05/03/2021

PANORAMICA APERTURE ZONE DI PESCA 2021

Nel frattempo vi vogliamo comunque dare una panoramica delle principali zone di pesca, con indicazione delle riaperture 2021. Per i dettagli invece vi rimandiamo alle pagine dedicate alle singole riserve, che potete agevolmente trovare anche attraverso la mappa interattiva.

  • Val di Sole: con oltre 120 km di fiumi e torrenti (e 12 laghi alpini) in cui nuotano trote Marmorate, Fario e Salmerini scorre uno dei fiumi top per la pesca, il Noce dove diverse associazioni gestiscono oltre che zone a prelievo, anche zone trofeo, no kill e tratti riservati alla pesca a mosca. Qui si pesca già dal 7 febbraio 2021. Sulle altre acque si pesca dalla prima domenica di marzo.
  • Valli Giudicarie e Val Rendena sono una tappa obbligata se si ama la pesca sportiva grazie ai suoi 500 km di acque limpide. In questo territorio sono state istutite riserve top per la pesca no kill, zone top dedicate alla pesca a mosca, che sono anche state protagoniste di un Campionato Mondiale di pesca a mosca Fips-Mouche nel 2018. Evidenziamo che qui scorre il Sarca, uno dei migliori fiumi italiani per la pesca alla trota. Acque aperte quasi ovunque dal 27 febbraio 2021.
  • Valle del Chiese: una zona che rappresenta lo spot ideale per chi è alla ricerca fiumi meno frequentati e popolati da trote selvatiche. Il fiume Chiese ed i suoi affluenti offrono 5 zone no kill, riserve speciali, e tratti con semine costanti di trote adulte, che ne fanno un posto di assoluto interesse per noi appassionati. Qui si pesca dalla fine di febbraio.
  • Vallagarina: il Fiume Adige con il suo scorrere lento saprà offrirvi battute di pesca alla ricerca della trota di taglia, in primis quella marmorata, e del temolo. Anche i suoi affluenti, tra cui il Leno con i suoi diversi corsi d’acqua e variegate riserve (anche no kill) non vi tradiranno mai in termini di catture. Sul fiume Adige e sul Bacino S. Colombano si pesca dal 6 febbraio, mentre sugli altri torrenti e bacini dal 27 febbraio. Solo pochi tratti non sono ancora aperti, tra cui la zona no-kill Leno di Terragnolo ed il bacino Prà da Stua che come sempre apriranno ad aprile (il 24).
  • Val di Fiemme: zona ideale per chi ama la pesca a mosca, ma in generale per tutti i pescatori. Grazie alle sue acque limpide possiamo trovare trote marmorate e fario anche di ottima taglia. Nella valle troviamo diversi spot straordinari sul torrente Avisio, che secondo noi uno almeno una volta nella vita bisogna provare. Non ci scordiamo poi del fantastico canyon del torrente Travignolo, unico nel suo genere. Qui si pesca dalla prima domenica di marzo.
  • Val di Cembra e Valle dell’Adige: zona unica, caratterizzata da una natura selvaggia e incontaminata sul tratto finale del torrente Avisio, regno indiscusso della trota marmorata, e dal tratto dell’Adige nella zona a monte di Trento in cui spesso vengono fatte catture memorabili. Anche qui la pesca è iniziata da inizio febbraio.
  • Valsugana: una valle che si trova nella parte orientale del Trentino ai piedi della catena montuosa del Lagorai. Un territorio tipicamente alpino che offre, una natura selvaggia e incontaminata dei ruscelli alpini di alta quota (2000 mslm), fino alla più rurale del fondovalle attraversato dal fiume Brenta. Con i suoi 120 km di acque, divisi tra 7 torrenti, 8 rivi di montagna e 4 laghi alpini offre una zona di pesca top per insidiare salmerini alpini, trote marmorate e fario, che comprende diverse riserve no kill ed una riserva dedicata alla pesca a mosca. Tutto aperto dalla prima domenica di marzo.
  • Provincia autonoma di Bolzano: qui in provincia di Bolzano, troviamo fiumi bellissimi come l’Isarco, territorio amatissimo e popolato dai temoli, oltre chiaramente alle trote fario e marmorate. C’è poi il tratto superiore dell’Adige che ci può riservare sempre catture big, e torrenti top per la trota fario selvatica come il Rio Ega ed il Torrente Talvera. Qui come tutti gli anni le aperture sono suddivise tra febbraio e giugno. La stagione di pesca è infatti già iniziata sul fiume Adige da metà febbraio, sul Grande Isarco nei tratti cittadini da inizio marzo. La stagione invece inizierà ad aprile sul Piccolo Isarco, e soltanto tra maggio e giugno sull’Ega e Talvera.

Con la speranza di poter tornare presto a pescare tutti in queste acque…un saluto a tutti gli appassionati!

Il team di Pescafiume

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The maximum upload file size: 30 MB. You can upload: image, audio, video, document, spreadsheet, interactive, text, archive, code, other. Links to YouTube, Facebook, Twitter and other services inserted in the comment text will be automatically embedded.