Regione Veneto

LICENZA DI PESCA

LicenzaDescrizioneTassa  SopratassaTasse annuali
Tipo A
(professionale)
licenza per l’esercizio della pesca di professione €31,50  €12,14 € 43,64
Tipo B
(dilettantistico-sportiva)
licenza per l’esercizio della pesca dilettantistico-sportiva €24,00  €10,00€ 34,00
Minori
di anni 18
Adulti
di anni 70 
per minori di anni 18 e gli adulti che hanno compiuto il settantesimo anno di età, residenti in Veneto, non è dovuto alcun versamento € 0,00 € 0,00€  0,00
Tipo D
(per stranieri)
licenza per l’esercizio della pesca dilettantistico-sportiva riservata agli stranieri residenti all’estero, con validità di 3 mesi dalla data di versamento €13,00*    


La legge regionale 13 marzo 2009, n. 4, ha stabilito che per i residenti in Veneto la ricevuta del versamento delle tasse sulle concessioni regionali (tassa e sopratassa) sostituisce la licenza di pesca dilettantistico-sportiva (Tipo B).
Nell’attestazione di versamento devono essere riportati i dati anagrafici del pescatore e la causale del versamento. La ricevuta di versamento delle tasse deve essere esibita insieme ad un valido documento di identità e ha validità dalla data del versamento fino alle ore ventiquattro dello stesso giorno dell’anno successivo.
I cittadini italiani residenti all’estero possono esercitare la pesca dilettantistico-sportiva con le modalità e le condizioni previste per i residenti in Veneto.
I pescatori stranieri residenti all’estero possono esercitare la pesca dilettantistico-sportiva se in possesso dell’attestazione di versamento della tassa di concessione per la licenza di pesca di tipo D. Il versamento ha una validità di tre mesi e deve essere esibito insieme ad un documento di identità.
La licenza di pesca rilasciata nelle altre regioni e nelle province autonome di Trento e Bolzano ha validità sul territorio regionale del Veneto.
 

Licenza di pesca per minori ed anziani

I minori di anni diciotto e gli adulti che hanno compiuto il settantesimo anno di età, residenti in Veneto, possono esercitare la pesca dilettantistico-sportiva (Licenza Tipo B) senza aver eseguito il versamento delle tasse sulle concessioni regionali, purché muniti di idoneo documento di riconoscimento.

Soggetti esenti dall’obbligo della licenza

Sono esenti dall’obbligo della licenza di pesca i soggetti elencati al punto 9 dell’art.9 L.R. 19/1998 

Le tasse annuali non sono dovute nel caso in cui non si eserciti la pesca.

Nel caso di smarrimento o distruzione della licenza non può essere rilasciato un duplicato del documento, bensì una nuova licenza con il pagamento della relativa tassa e sopratassa.

Modalità di pagamento

Le tasse sulle concessioni regionali dovute per le licenze di pesca, si corrispondono con versamento sull’apposito conto corrente postale n. 156307 intestato alla Regione Veneto Tasse Pesca Servizio Tesoreria.

Per la Licenza di pesca dilettantistico-sportiva (Tipo B) utilizzare i bollettini messi a disposizione dagli uffici della Provincia oppure completare un bollettino di conto corrente postale a due sezioni, inserendo nell’apposito spazio previsto per la causale le seguenti informazioni:

  • Licenza di pesca dilettantistico-sportiva L.R. 19/1998
  • Nato a (indicare il comune e la provincia di nascita del titolare) il (data di nascita)

Pagamento on-line

TESSERINO REGIONALE

Nelle acque classificate salmonicole (zona A) è necessario essere muniti del tesserino regionale rilasciato dalla provincia di competenza, avente validità annuale. Ciascun pescatore può essere in possesso di un solo tesserino regionale. Il tesserino regionale di pesca può essere ritirato presso le sedi territoriali della Regione Veneto, nei recapiti dei Concessionari o nei negozi di articoli da pesca. È esonerato dall’obbligo di essere in possesso del tesserino regionale il pescatore che, esercitando la pesca in acque in concessione, debba annotare le catture sul permesso del concessionario. Il tesserino viene rilasciato gratuitamente.

REGOLAMENTO

L’esercizio della pesca è disciplinato:

  • dai Piani di Miglioramento della Pesca, previsti dall’art. 8 della Legge regionale che possono disporre divieti o limitazioni all’esercizio della pesca e attraverso i quali si possono adottare tutti i mezzi idonei alla tutela e all’arricchimento della fauna ittica;
  • dalle disposizioni per l’esercizio della pesca all’interno delle acque in Concessione, proposte dai rispettivi Consigli direttivi, per una peculiare tutela della fauna ittica.
  • dall’art. 40 Legge n. 154 del 28/07/2016
  • dal Decreto Legislativo n. 4 del 09/01/2012

In aggiunta ogni bacino in concessione ha un proprio regolamento (che trovate all’interno delle varie riserve della regione). 

NOTA: Le informazioni riportate nel sito non sono da ritenersi esaustive e non rappresentano la normativa vigente per l’esercizio della pesca. Il solo scopo e’ quello di fornire delle indicazioni utili a chi intende approcciarsi a questa attività. (Vai alla pagina Disclaimer)